Fare il Cammino di Santiago con il proprio cane è un’esperienza straordinaria sia per te che per il tuo cane. Al ritorno sicuramente né tu né lui sarete come eravate prima di questa esperienza. Non sarà facile, ma tutte le difficoltà che incontrerete e supererete insieme vi faranno crescere e apprezzare ciò che conta realmente. Tra gli ostacoli che incontrerete vi anticipiamo l’incomprensione di molta gente, il peso extra nello zaino, le obiezioni che solleveranno per alloggiarvi, le difficoltà per raggiungere il punto di partenza e per rientrare a casa alla fine del Cammino e la costante preoccupazione per il benessere del vostro amico a quattro zampe. Anche se ci piace pensare che i cani siano capaci di tutto, non è sempre così. Le capacità fisiche e la resistenza del tuo cane condizioneranno i chilometri quotidiani del piano di marcia e la distanza totale che percorrerete durante il viaggio. Tieni presente che non tutti i cani hanno le stesse capacità.

Periodi dell’anno

Dal punto di vista della camminata per i cani è meglio fare il Cammino nei periodi non estivi, sopratutto se pensate di fare tappe tra Logroño e Léon, dove il caldo e la scarsità di acqua sono fattori critici per il tuo cane che potrebbe soffrire di un colpo di calore. L’argomento a favore dell’estate è che si può dormire all’aperto, poiché le temperature non scendono eccessivamente durante la notte.

Prepararsi fisicamente

Consigliamo che sia tu che il tuo cane vi mettiate in forma durante almeno un mese prima di partire. Dovreste correre regolarmente insieme oppure ti potrebbe accompagnare mentre fai un giro in bicicletta, con i pattini o i roller o una camminata in montagna. Solo così il cane si abituerà fisicamente alle lunghe distanze, si formerà un callo sufficientemente duro sui cuscinetti e soprattutto comincerete a capirvi e ad adattarvi l’uno all’altro adottando un ritmo comune, senza strappi, che diventerà il vostro per tutto il Cammino.

Cura del cane

I cuscinetti devono essere ben idratati per evitare lesioni. Per restare sani, alla fine di ogni giornata devono essere lavati con una soluzione saponosa tiepida, dopodiché devono essere asciugati ed infine si applicherà una crema idratante o della vaselina liquida. Si consiglia di portare un disinfettante per uso canino nel caso in cui dovesse ferirsi, dei prodotti antiparassitari e repellente per insetti e qualche antistaminico. Esistono anche “scarpe” per cani. Un cane abituato all’esercizio fisico sopporta bene due giorni di camminata, al terzo iniziano ad apparire le prime irritazioni. Almeno una settimana prima di iniziare il Cammino di Santiago sverminate il cane con i prodotti appositi. Applicategli la fialetta anti pulci e zecche. È importante anche prevedere un impermeabile o almeno un asciugamano per il cane. Nelle tappe dove non si incontrano fiumi dovete portarvi acqua sufficiente per entrambi. Potete inoltre somministrargli qualche vitamina prima di intraprendere il viaggio.

Il cibo

Non accade nulla se il cane non mangia crocchette per qualche giorno ma è bene avere con sé delle piccole quantità di crocchette da mescolare con altro cibo. È molto probabile che il tuo amico diventerà la mascotte dei pellegrini e che tutti gli offrano i propri resti e sicuramente mangerà più e meglio di te. Vi daranno dei resti anche nei bar e ristoranti, state molto attenti alle ossa di pollo che possono scheggiarsi. Se pensate che non abbia mangiato a sufficienza potete comprare delle scatolette di pollo con verdure, manzo, ecc. per uno o due giorni. In molti villaggi vendono anche delle piccole confezioni di crocchette.

Documenti

Dovete assolutamente portare con voi nello zaino i documenti del vostro cane. Tra i documenti indispensabili ci sono il certificato di buona salute rilasciato dal veterinario e il documento che attesta che il vostro cane è stato vaccinato contro la rabbia. Inoltre è opportuno portare il certificato di identificazione del microchip e il libretto delle vaccinazioni aggiornato. Per chi viene dall’estero è importante informarsi in anticipo sulle norme in materia di cani, che possono cambiare in funzione del paese di provenienza.

Altri consigli

Nelle zone vicine alle strade non dimenticate di legare il vostro cane o di tenerlo sempre sotto controllo. Quando arrivate nei centri abitati dove potrebbero esserci altri cani legatelo e tenetelo vicino a voi e mostrate il bastone se altri cani dovessero avvicinarsi con cattive intenzioni. Se facesse molto caldo, bagnatelo ogni tanto. È molto importante che sia ben idratato e perciò deve bere moltissimo. Durante la camminata, sopratutto se fa molto caldo, è possibile che il cane non voglia mangiare. Non vi spaventate, una volta arrivati a destinazione lasciatelo riposare e dategli da mangiare a fine giornata, ad esempio un paio d’ore prima di andare a letto. Fategli molte feste alla fine della tappa. Inoltre può essere utile anche massaggiargli la colonna vertebrale e le zampe per alleviare gli indolenzimenti.

Alloggi che accettano cani

Nella maggior parte delle strutture pubbliche i cani non sono ammessi, ma se saprete fare uso di gentilezza troverete anche amanti degli animali pronti a fare un’eccezione o che vi metteranno a disposizione un posto comodo per il cane.

Muoversi con il cane

Ricorda che se il tuo compagno di viaggio pesa più di 10 chili non lo lasceranno salire sul treno; nemmeno gli autobus accettano cani a bordo, dipende dalla buona volontà del conduttore e dalla presenza di altri animali domestici. In alcuni casi viaggeranno nelle stive.

Siti web che ti possono interessare

Caminodesantiagoconperro.com
Consumer.es

Laisser un commentaire